Provenza

Les Baux-de-Provence

Les Baux-de-Provence è uno dei borghi più pittoreschi della Provenza, arroccato su uno sperone roccioso, dominato da un castello in rovina e immerso negli ulivi.
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze

Nel cuore del Parco Naturale Regionale delle Alpilles, Les Baux-de-Provence è un villaggio inserito nella ristretta lista dei Borghi più Belli di Francia. Arroccato su uno sperone roccioso e dominato da una vasta fortezza oggi in rovina, ha un patrimonio architettonico incredibilmente ricco con ben 22 monumenti storici.

Questo villaggio è sicuramente uno dei più straordinari luoghi della Provenza. Arrivando da Saint-Remy con una stradina tortuosa in mezzo alla macchia mediterranea, senza preavviso vi comparirà davanti agli occhi questo meraviglioso nido d’aquila, rosso e luminoso sotto i colori cangianti del tramonto.

Qui il tempo sembra essersi fermato ai tempi dei baroni che si ribellarono a Luigi XIII e che subirono la repressione feroce di Richelieu, con il parziale abbattimento del castello. Passeggiare per le viuzze silenziose è davvero emozionante. Fortunatamente questo villaggio non è ancora diventato oggetto di selvaggio sfruttamento da parte della macchina del turismo e tranne pochi negozietti, tutto risuona antico e autentico.

Cosa vedere a Les Baux-de-Provence

Situato su uno sperone roccioso e classificato tra i borghi più belli di Francia, Les Baux de Provence è ormai diventato un luogo turistico imperdibile, con quasi 1,5 milioni di visitatori all’anno.

Questo villaggio ricco di storia vi sedurrà con il suo incredibile panorama così come il suo amore per l’arte, che ha reso questa città un vero museo a cielo aperto. Ci sono infatti non meno di 22 monumenti storici e 3 edifici religiosi da visitare. Les-Baux-de-Provence ha anche dato il nome a una delle denominazioni più recenti del vigneto provenzale.

Castello di Les Baux-de-Provence

1Grand Rue, 13520 Les Baux-de-Provence, Francia (Sito Web)

Le rovine del castello dominano il villaggio. Con l’aiuto di un’audioguida e vari pannelli esplicativi, potrete esplorare i vari resti in totale autonomia ammirando il mastio (ancora ben protetto), le case troglodite, la colombaia, la cappella del castello, il mulino a vento o la torre saracena. All’interno della chiesa di Saint-Blaise, conoscerete meglio il villaggio, grazie alla proiezione di un film che racconta la storia di Les Baux-de-Provence.

Durante la stagione estiva si svolgono numerosi eventi come i Médiévales des Baux, da fine marzo a fine agosto, i Secrets d’Artisans ogni fine settimana di settembre e Les Automnales in ottobre che trasformano la fortezza in un luogo brulicante di vita.

Inoltre, il castello di Les Baux offre un incredibile panorama sulle Alpilles e sui paesaggi della Provenza fino al mare. Per i bambini dai 7 ai 12 anni,  è stata progettata una caccia all’enigma, uno strumento divertente per aiutarli a scoprire il castello e la sua storia, alla ricerca di indizi nascosti.

Carrières de Lumières

2Route de Maillane, 13520 Les Baux-de-Provence, Francia (Sito Web)

Queste monumentali cave di calcare situate subito fuori il borgo di Les Baux-de-Provence, ospitano mostre entusiasmanti e sempre diverse.

Le cave furono utilizzate per la costruzione della città di Les Baux e del suo castello. Ma nel 1935 il sito chiuse per mancanza di redditività. Negli anni ’60, hanno ritrovato una nuova funzione grazie al visionario Jean Cocteau, che ha deciso di utilizzare questa ambientazione nel suo film Le Testament d’Orphée.

Dal 1977, iniziano i primi spettacoli audiovisivi, sfruttando le pareti alte 14 metri e un’area di 7000 mq nei quali sono stati installati 100 videoproiettori e più di 27 altoparlanti. In questo modo si crea una vera e propria immersione in un mondo artistico completamente unico.

Rappresentazioni di grandi capolavori della storia dell’arte e di artisti senza tempo come Monet, Leonardo da Vinci, Klimt, Chagall, Van Gogh, Picasso o Dalì, animati su una superficie di oltre settemila metri quadrati di pavimenti, pareti e pilastri.

Un’esperienza imperdibile!

Chiesa di Saint Vincent

3Pl. Saint-Vincent, 13520 Les Baux-de-Provence, Francia (Sito Web)

Costruita tra il XII e il XVI secolo, la chiesa di Saint-Vincent è la chiesa parrocchiale del villaggio di Les Baux-de-Provence. Di stile romanico, è scavata nella roccia. Infatti la chiesa ha la particolarità di essere in parte troglodita.

All’interno si possono vedere moderne vetrate di Max Ingrand, donate dal principe Ranieri III di Monaco alla città.

Museum of Santon

4Pl. Louis Jou, 13520 Les Baux-de-Provence, Francia

Situato nell’ex corpo di guardia del XVI secolo, questo museo riunisce collezioni di santon dal XVII secolo ai giorni nostri. Ammirerete un universo in miniatura, popolato da circa 400 santons, ovvero le piccole statuine emblematiche della Provenza, che compongono i presepi locali.

Scoprirete il meticoloso lavoro degli artigiani che hanno riprodotto scene incredibilmente realistiche e minuziose: 500 mq di presepi tradizionali provenienti dal convento dei Carmelitani di Avignone.

Porte d'Eyguières

55059A Rue de l'Église À l'Anc Mairie, 13520 Les Baux-de-Provence, Francia

Pensate che un un tempo era l’unica porta carraia del villaggio e fino al 1866 era quindi l’unico accesso al paese. Gli abitanti vi passavano in cerca d’acqua nel Vallon de la Fontaine.

Yves Brayer Museum

6Place François de Hérain, 13520 Les Baux-de-Provence, Francia (Sito Web)

Risalente al XVI secolo, questo palazzo era una proprietà di una delle famiglie nobili più prestigiose della Provenza. Oggi ospita un museo dedicato a Yves Brayer, illustre pittore, illustratore e scenografo francese che ha decorato in particolare la cappella dei Penitenti Bianchi.

Questo museo custodisce centinaia di dipinti e disegni dell’artista, realizzati tra il 1991 e il 1997. Al piano terra, si possono ammirare graziosi affreschi del XVII secolo e le sue bifore, all’interno di questa residenza qualificata come uno degli edifici più belli di Les Baux-de-Provence.

Cappella dei Penitenti Bianchi

713520 Les Baux-de-Provence, Francia

Si trova sul ciglio della rupe che domina il Vallon de la Fontaine. Costruita nel XVII secolo dalla Confraternita dei Penitenti Bianchi, è stata rilevata dalle Confraternite della Linguadoca.

Al suo interno potrete ammirare un sublime affresco di Yves Brayer del 1974. Quest’ultimo rappresenta il Natale dei Pastori nella tradizione provenzale.

Fondation Louis Jou

88 Grand Rue, 13520 Les Baux-de-Provence, Francia (Sito Web)

Maestro tipografo, incisore, stampatore e talentuoso editore, Louis Jou è uno degli artisti pionieri della città. L’hotel rinascimentale Jean de Brion è stato armoniosamente restaurato da questo artista di talento, che tanto ha contribuito alla conservazione del borgo e al suo nuovo rinascimento.

Pavilion Queen Jeanne

9D78G, 13520 Les Baux-de-Provence, Francia

Nel Vallon de la Fontaine, vicino all’antico lavatoio, troverete questo elegante padiglione angolare in stile rinascimentale.

Fu costruito da Jeanne de Quiqueran, moglie di Honoré des Martins, barone des Baux dal 1568 al 1581. Un tempo ornava un giardino appartenente alla famiglia Baux.

Mappa

Nella mappa seguente potete vedere la posizione dei principali luoghi di interesse citati in questo articolo

Nei dintorni di Les Baux-de-Provence

Il paesaggio della valle che circonda il borgo di Les Baux-de-Provence è ricoperto da grandi vigneti. Per conoscere tutto sulla storia e la cultura del vino, potete visitare il Mas Sainte Berthe e il Mas de la Dame, che condivideranno con voi il loro sapere secolare proponendovi, ad esempio, un tour a piedi, una visita alla cantina o una degustazione dei diversi vitigni provenzali.

Situato nel cuore della Provenza, il Parco Naturale e Regionale delle Alpilles offre paesaggi eccezionali e una varietà di fauna e flora da scoprire a piedi, in bicicletta o anche a cavallo.

Alcuni sentieri delle Alpilles attraversano anche il territorio di Baux-de-Provence e vi permetteranno di intraprendere alcuni sentieri stupendi come:

Dove dormire a Les Baux-de-Provence

Il borgo di Les Baux-de-Provence è molto piccolo e le strutture alberghiere esigue: occorre prenotare con larghissimo anticipo, soprattutto in occasione degli eventi che animano il villaggio.

In alternativa, potete individuare un hotel di charme immerso nei vigneti e negli ulivi che circondano il borgo. Oppure visitarlo in giornata facendo base in una delle città più vicine come Arles o Avignone.

Offriamo le migliori tariffe Se trovi a meno rimborsiamo la differenza.
Cancellazione gratuita La maggior parte delle strutture permette di cancellare senza penali.
Assistenza telefonica h24 in italiano Per qualsiasi problema con la struttura ci pensa Booking.com.

Hotel consigliati a Les Baux-de-Provence

Hotel
Le Fabian des Baux
Les Baux-de-Provence - Route Départementale 5
8,4Ottimo 483 recensioni
Vedi Tariffe
Résidence Odalys Le Mas des Alpilles
Paradou - Voie AurélienneMisure sanitarie extra
7,5Buono 350 recensioni
Vedi Tariffe
Hotel
Domaine De Manville
Les Baux-de-Provence - 13520 Les Baux-de-ProvenceMisure sanitarie extra
9,2Eccellente 343 recensioni
Vedi Tariffe
Vedi tutti gli alloggi

Come arrivare a Les Baux-de-Provence

Situato tra il Luberon e la Camargue, Les Baux-de-Provence dista solo 3 ore e mezza da Tolosa, 3 ore da Lione , 1 ora da Marsiglia o Aix-en-Provence. Anche le città di Arles e Avignone sono a pochi passi, circa 30 minuti da questo villaggio incantevole.

L’aeroporto di Marsiglia e l’aeroporto di Nizza, sono sicuramente gli scali più vicini. Dopo aver noleggiato un’auto in loco, potrete proseguire fino a Les Baux-de-Provence

Meteo Les Baux-de-Provence

Che tempo fa a Les Baux-de-Provence? Di seguito le temperature e le previsioni meteo a Les Baux-de-Provence nei prossimi giorni.

venerdì 9
11°
sabato 10
domenica 11
lunedì 12
-1°
martedì 13
-1°
mercoledì 14
-0°

Dove si trova Les Baux-de-Provence

Il piccolo borgo si trova su una collina rocciosa dominata da un antico castello, a sud di Avignone e a nord-est di Arles.

Vedi gli alloggi in questa zona

Località nei dintorni