Saint-Emilion

L'incantevole pittoresco villaggio di Saint Emilion vanta un ricchissimo patrimonio storico e architettonico ed è rinomato per i suoi prestigiosi di vigneti.
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze
Cerca

Saint-Emilion è un piccolo comune della Nuova Aquitania, situato a una cinquantina di chilometri da Bordeaux. È una cittadina dal fascino unico, conosciuta in tutto il mondo per il suo vino ma anche per i suoi numerosi edifici religiosi e palazzi storici.

Infatti Saint-Emilion è una città dall’immenso patrimonio. Se è principalmente conosciuta per i suoi grands crus classés, i suoi vigneti, i suoi castelli e le sue cantine da visitare, la città ha un’altra sfaccettatura che pochi conoscono.

Il suo patrimonio storico è immenso e molti edifici e siti religiosi sono ancora molto ben conservati. Visitatori da tutto il mondo vengono a scoprire oltre 2000 anni di storia e tradizioni di uomini e vitigni: la città di Saint-Emilion è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Cosa vedere a Saint Emilion

Iniziate la scoperta del borgo con una passeggiata nella città medievale che vi condurrà attraverso le sue stradine tortuose chiamate tertres, lungo i suoi bastioni e le sue piazze acciottolate. Il villaggio è posto su un altopiano calcareo e costruito principalmente con le pietre estratte da questa zona. Questo spiega i 200 chilometri di gallerie sotterranee della regione, che hanno fornito il calcare necessario per la costruzione di diversi edifici nella regione, in particolare a Bordeaux.

Qui troverete molte vestigia della grande epoca romanica. Le strade sono fiancheggiate da ristoranti e negozi che vendono i famosi vini di Saint Emilion, o gli amaretti, specialità gastronomica del paese.

Chiostro dei Cordeliers

12 Rue de la Prte Brunet, 33330 Saint-Émilion, France

Appartenente all’ordine francescano, la comunità dei Cordeliers risiedette in un convento fuori città, prima di stabilirsi all’interno delle mura cittadine alla fine del XIV secolo.

Molto ben conservato, l’edificio è stato registrato come Monumento Storico nel 2005. Unico nel suo genere, dà in particolare accesso ai passaggi sotterranei di Saint-Emilion e conduce a cantine scavate fino a 17 metri di profondità.

La Collegiata e il suo chiostro

2549 Rue du Clocher, 33330 Saint-Émilion, France

Arrivando a Saint-Emilion, la chiesa più imponente che svetta nella città alta è la Collegiata. La comunità religiosa stabilitasi all’interno di queste mura tra il XII e il XVIII secolo era un collegio di canonici secondo la regola di Sant’Agostino e incarnava l’istituzione religiosa ufficiale.

La collegiata non è solo un luogo di culto ma un vero e proprio spazio vitale per la comunità. Recatevi nel giardino del chiostro per osservare il monastero in tutte le sue sfaccettature. Da questa piazzetta i canonici avevano accesso agli altri edifici conventuali. I tre archi a tutto sesto murati visibili sulla parete est corrispondono all’ingresso della sala capitolare oggi scomparsa.

Il chiostro è un centro geografico e spirituale per il monastero, un luogo chiuso di preghiera, dove l’unica vera uscita è per il paradiso, mentre il giardino centrale è un simbolo del Giardino dell’Eden.

Chiesa monolita e campanile di Saint-Émilion

3Pl. du Marché, 33330 Saint-Émilion, France

La chiesa monolitica è un edificio religioso sotterraneo, scavato all’inizio del XII secolo in proporzioni impressionanti: 38 metri di lunghezza e 12 di altezza. Al centro della città, la chiesa monolitica ricorda l’attività religiosa della città nel Medioevo e incuriosisce con il suo aspetto insolito. Con il suo campanile alto 68 metri, rivela una certa eleganza grazie al suo portale gotico.

Non perdetevi la visita dei passaggi sotterranei della più grande chiesa monolitica d’Europa: vi offrirà un’immersione di quasi 45 minuti nel cuore del sottosuolo per una scoperta esclusiva. Questo patrimonio storico vi sorprenderà e passerete dalla parte inferiore di 4 monumenti: l’eremo di Emilion, la Cappella della Trinità e i suoi dipinti medievali, nonché le catacombe della chiesa sotterranea.

La Torre del Re

4Passage de la Tour du Roy, 483A Rue du Château du Roy, 33330 Saint-Émilion, France

La Torre del Re è l’unico mastio romanico ancora intatto in questa zona. Situato all’interno dei bastioni della città, l’edificio poggia su un massiccio roccioso isolato su tutti i lati e scavato con grotte naturali e cave sfruttate fin dal medioevo.

Questa torre quadrangolare, alta 14,50 metri, è suddivisa in 3 livelli. Le pareti esterne e gli angoli dell’edificio sono ricoperti da contrafforti piatti che rinforzano l’edificio.

Partendo dalla terrazza più bassa, la torre culmina a 32 metri di altezza, e offre una vista panoramica mozzafiato della città e dei suoi dintorni.

Maison de la Cadène

59 Rue de la Prte Brunet, 33330 Saint-Émilion, France

Questo grazioso edificio è l’unica casa a graticcio del villaggio e presenta una facciata risalente al XVI secolo e fondamenta ben anteriori a tale epoca.

Notiamo la presenza di torrette e bifore sulla sua facciata, che mostra l’evoluzione architettonica dell’edificio fino al XVI secolo. Questa casa rappresentava un insieme unico con la Maison de la Commanderie dall’altra parte di Rue Guadet: conserva ancora una notevole torre poligonale contenente una bella scala a chiocciola cinquecentesca.

Il mercato coperto

6Pl. du Marché, 33330 Saint-Émilion, France

Dietro l’angolo della pittoresca piazza della chiesa monolitica, il mercato coperto ora ripara il visitatore dalla pioggia o dal sole, ma nasconde una storia molto più antica.

Nel Medioevo, le sue arcate semicircolari e le modanature gotiche ospitavano il commercio del grano e nacque per proteggere la merce dai parassiti e dalle intemperie: nei fori ancora visibili delle grandi aperture venivano inserite stecche di legno. C’erano anche moggi, misure di grano scolpite nella pietra, di cui una copia è attualmente conservata nella Cappella della Trinità o nel chiostro della Collegiata.

Les Halles ha contribuito alla storia della città, soprattutto durante il periodo dei re inglesi presenti in Aquitania.

Porte Brunet

73 bis Rue de la Prte Brunet, 33330 Saint-Émilion, France

I bastioni di Saint-Emilion sarebbero stati costruiti nel XII secolo per proteggere il prospero villaggio di Saint-Emilion dagli attacchi degli invasori.

Questo muro di fortificazione era anche uno strumento politico, per mostrare il potere del villaggio. Tuttavia, aveva anche funzioni commerciali; infatti era necessario pagare una tassa per entrare nel villaggio intramurale, che rappresentava una nuova fonte di ricchezza.

Palais Cardinal

82 Rue Guadet, 33330 Saint-Émilion, France

Il cardinale a cui allude il nome del monumento, era Gaillard de la Mothe, nipote dell’arcivescovo di Bordeaux, Bertrand de Goth, che divenne il famoso papa Clemente V all’inizio del XIV secolo. Questo concesse al nipote il titolo di cardinale di Sainte Luce, 1° decano dei canonici agostiniani, nonché una lussuosa e confortevole residenza oggi nota come “Palazzo cardinalizio”.

I ruderi della facciata, ancora oggi presenti, fanno pensare che questo magnifico palazzo sia stato costruito nel XII secolo. Sono infatti presenti elementi artistici romanici: un arco semicircolare, decorazioni geometriche e vegetali, le campate gemelle e le loro decorazioni ordinate simili ad altri monumenti della città medievale risalenti all’inizio del XII secolo.

Oggi rimangono solo i ruderi di una facciata: testimoniano l’opulenza mostrata dalla città di Saint-Emilion in passato.

Les Grandes Murailles

933330 Saint-Émilion, France

Vestigia di un antico convento, Le Grandi Mura ospitavano l’ordine dei domenicani, una confraternita di monaci mendicanti. Dopo l’abbandono del convento e la sua volontaria distruzione durante i conflitti armati, rimane solo un enorme tratto di muro.

Le sue dimensioni suggeriscono che anche il resto del convento fosse molto grande e che i domenicani di Saint-Emilion non fossero così poveri, contrariamente alle esigenze del loro ordine.

Couvent des Ursulines

10Unnamed Road, 33330, 33330 Saint-Émilion, France

Sin dalle sue origini, la città di Saint-Emilion ha avuto una significativa presenza religiosa, accogliendo benedettini, agostiniani, francescani e poi domenicani.

Le suore dell’ordine di Sainte-Ursule si stabilirono a Saint-Emilion il 1 giugno 1630. Fondato da Madame Lacroix, questo convento e le sue 18 suore avevano lo scopo principale di offrire un’istruzione gratuita alle ragazze povere della città e della sua giurisdizione.

Le monache riuscirono ad avere fino a 80 studentesse iscritte, cifra che scese a 8 in seguito alla grande epidemia di peste avvenuta 3 anni dopo il loro insediamento.

La leggenda narra che le sorelle sarebbero all’origine di una specialità di Saint-Emilion: gli amaretti. Oggi in rovina, il convento è circondato da vigneti e rimane una visita molto piacevole nella stagione estiva.

Le Tertre

115 Rue du Tertre de la Tente, 33330 Saint-Émilion, France

Il villaggio di Saint-Emilion ha dovuto adattarsi al suo aspro territorio, modellando la sua conformazione con tumuli, ovvero vicoli in pendenza, che permettono di visitare la città, ripida e sconnessa.

Quattro tumuli collegano la città alta e la città bassa. Dai piccoli ciottoli del Tertre de la Cadène alle pietre del Tertre de la Tente e del Tertre de la Porte Saint Martin, i più audaci prenderanno il Tertre des Vaillants.

Château Soutard

12Soutard, 33330 Saint-Émilion, France

Château Soutard impone la sua presenza aristocratica nel cuore dell’altopiano calcareo di Saint-Emilion.

L’ingresso è composto da un maestoso viale di tigli, con facciata settecentesca. Questo edificio è tipico delle fattorie bordolesi. Fu nel XIX secolo che Jean Lavau portò a compimento la tenuta per la prima volta.

Oggi potrete visitarlo per goderti un momento di art de vivre francese. Guardate un bel tramonto sorseggiando un buon bicchiere di vino e passeggiando tra i 30 ettari di vigneti.

Mappa

Nella mappa seguente potete vedere la posizione dei principali luoghi di interesse citati in questo articolo.

I vigneti di Saint-Emilion

Il vigneto Saint-Emilion è uno dei più prestigiosi al mondo. È anche il primo vigneto elencato come Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Rappresenta un connubio di storia e prestigioso know-how trasmesso di generazione in generazione.

I vini Saint-Emilion combinano 3 vitigni principali: Merlot, Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon. Il vigneto ha due denominazioni di origine controllata: AOC Saint-Emilion e AOC Saint-Emilion Grand Cru. L’AOC Saint-Emilion Grand Cru ha una classificazione in 3 qualità, rinnovata ogni 10 anni.

I migliori vigneti di Saint-Emilion

Château Mauvinon

E’ un’affascinante proprietà familiare situata a 4 chilometri dal famoso borgo medievale di Saint-Emilion.

I proprietari dei locali offrono un caloroso benvenuto ai visitatori e sono lieti di mostrare loro la tenuta. Vi verranno offerti due tipi di esperienze, dandoti l’opportunità di visitare e degustare i vini del castello, o semplicemente godervi una degustazione di vini.

Château Franc Mayne

Al vostro arrivo apprezzerete la bellezza dei luoghi di Château Franc Mayne grazie alla posizione della tenuta situata sulla Côte des Francs, mescolando così paesaggi di altipiani e colline.

Successivamente, proseguiret con un tour completo della tenuta, delle cantine e dei suoi sotterranei allestiti e illuminati dallo scenografo Eric Le Collen e avrete l’opportunità di testare la qualità dei vini della tenuta durante una degustazione.

Château Cadet Bon

A circa dieci minuti a piedi da Saint-Emilion, potete andare a Château Cadet Bon. Questo Grand Cru Classé ha scelto di coltivare la sua terra nel rispetto della natura e dal 2017 si sta convertendo all’agricoltura biologica.

In loco avrete la possibilità di visitare la cantina della tenuta e degustare i suoi vini, dai più gourmet ai più complessi.

Château Bernateau

Gli amanti del vino biologico saranno deliziati visitando Château Bernateau. A soli 10 minuti di auto da Saint Emilion, nel comune di Saint Etienne de Lisse, questa tenuta spiega in modo amichevole ed educativo le sfide e le caratteristiche della viticoltura biologica.

Questa proprietà di famiglia da otto generazioni produce i suoi vini seguendo questo metodo di viticoltura e offre una visita di degustazione completa di 1h30.

Tour dei vigneti di Saint-Emilion

Tour dei vigneti di Saint-Emilion da Bordeaux

Dove dormire a Saint-Emilion

Dopo una giornata di visita al villaggio, concedetevi un soggiorno rilassante in un hotel di charme, un accogliente bed and breakfast, un grazioso appartamento arredato o anche un piacevole campeggio immerso nel verde.

In città e lungo la Strada del vino di Bordeaux, che porta a Saint-Émilion, Pomerol e Fronsac, rinomata per i suoi vini e il suo fascino, troverete molteplici strutture che si distinguono per la qualità della loro accoglienza.

Cerca
Offriamo le migliori tariffe Se trovi a meno rimborsiamo la differenza.
Cancellazione gratuita La maggior parte delle strutture permette di cancellare senza penali.
Assistenza telefonica h24 in italiano Per qualsiasi problema con la struttura ci pensa Booking.com.

Hotel consigliati a Saint-Emilion

Hotel
ibis Bordeaux Saint Emilion
Saint-Émilion - Lieu dit du Bois de l'Or - Route de CastillonMisure sanitarie extra
7.7Buono 1.544 recensioni
Prenota ora
B&B
La Gomerie Chambres d'Hotes
Saint-Émilion - 5 Lieu dit La GomerieMisure sanitarie extra
9.5Eccezionale 995 recensioni
Prenota ora
Les Logis du Roy
Saint-Émilion - 7 rue Porte BouqueyreMisure sanitarie extra
8.3Ottimo 861 recensioni
Prenota ora
Vedi tutti gli alloggi

Come raggiungere Saint-Emilion

Il villaggio di Saint Emilion si trova a 48 km dalla città di Bordeaux: dopo aver noleggiato un’auto direttamente all’aeroporto di Bordeaux, potrete raggiugerla in meno 1 ora.

La compagnia di autobus Transports en Nouvelle Aquitaine offre trasferimenti regolari tra Bordeaux, Libourne, Saint-Émilion e i villaggi circostanti del Saint-Émilionnais.

Inoltre con il TGV, potrete utilizzare la nuova linea ad alta velocità che collega Bordeaux a Parigi in 2 ore e 30 minuti. Una delle fermate della linea è a Libourne, la cui stazione ferroviaria è a 7 km da Saint-Emilion. Sono assicurati più di 33 viaggi giornalieri di andata e ritorno tra Parigi e Bordeaux, di cui 18,5 diretti.

Meteo Saint-Emilion

Che tempo fa a Saint-Emilion? Di seguito le temperature e le previsioni meteo a Saint-Emilion nei prossimi giorni.

venerdì 19
20°
33°
sabato 20
17°
30°
domenica 21
14°
24°
lunedì 22
12°
27°
martedì 23
14°
26°
mercoledì 24
14°
27°

Dove si trova Saint-Emilion

Saint Emilion si trova nella regione della Nuova Aquitania a meno di 1 ora da Bordeaux.

Località nei dintorni