Normandia

Manche

Incastonata fra la dolce campagna e il mare, la Manche accoglie tra le mete più suggestive della Normandia, come l'abbazia di Mont Saint Michel e il Cotantin.
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze

Il territorio de la Manche (Manica in italiano) è formato da una penisola verde che s’incunea nel canale della manica circondata per tre lati da mare.

La località più famosa e più suggestiva è sicuramente l’abbazia di Mont St-Michel ma tutta la penisola del Cotantin è un tripudio di natura incontaminata che culmina a nord con le più alte scogliere dell’Europa continentale, a Nez de Jobourg.

I 320 chilometri di costa alternano bianche spiagge immense spazzate dal vento e profili aspri e rocciosi con meravigliosi sentieri che vi consentiranno solitarie e romantiche passeggiate fino ai tanti fari della zona.

L’entroterra invece è un mosaico di bocage, ovvero di filari di siepi e terreni coltivati a mele dove si allevano bovini per i deliziosi formaggi della zona.

Insomma una terra aspra e dolce al tempo stesso che saprà regalare scorci meravigliosi ai pochi visitatori che scelgono questa zona poco battuta dai flussi turistici.

Le Mont-Saint-Michel

L’abbazia di Le Mont-Saint-Michel è forse l’emblema della Francia del nord, con il suo profilo inconfondibile che si staglia sulla candida distesa di sabbia provocata dalla marea.

Questa meraviglia architettonica, costruita secondo la leggenda nel punto in cui l’arcangelo Gabriele apparve al vescovo di Avranches, è Patrimonio dell’Unesco dal 1979 e ogni anno viene visitata da oltre 3 milioni di visitatori.

Oltre alla bellezza infinita del complesso monastico e della città medievale in miniatura che si snoda intorno all’abbazia, gran parte del fascino di questo luogo senza tempo è dato dalla posizione. Infatti, immersa nella natura incontaminata Mont St-Michel gode del poderoso, spettacolare fascino delle maree che si muovono a seconda dell’attrazione gravitazionale esercitata dalla luna: periodicamente infatti le acque circondano il promontorio oppure si ritraggono anche per 15 metri (durante gli equinozi di primavera e autunno) lasciando un paesaggio lunare di una suggestione infinita che si accende con i colori del tramonto.

Granville

Granville, a cittadina normanna costruita dagli inglesi per sorvegliare Mont Saint-Michel, è divisa nelle vielle ville, che sorge su un promontorio roccioso con case di granito dalle persiane bianche, e nella città bassa, che si dice sia stata edificata su una montagna di conchiglie, con la sua vocazione marinara, la spiaggia stretta e le boutique alla moda.

Merita una visita la città alta a cui si accede dalla Grand Porte con ponte levatoio con le sue vie pittoresche e i musei.

Per conoscere tutta la storia di questa città potete visitare il Musée du Vieux Granville che espone testimonianze autentiche del suo passato marinaro oltre a una interessante esposizione dei costumi tradizionali dei suoi abitanti.

Gli amanti della moda potranno invece visitare il Musée Jardin Christian Dior interamente dedicato alla vita dello stilista nato proprio in questa casa.

Chi viaggia con bambini e ragazzi potrà stuzzicare la loro fantasia visitando Le roc des Harmonies, un museo dedicato a tutto quello che può essere realizzato con conchiglie, fossili e cristalli oltre a un acquario con due leoni di mare e una sala delle farfalle.

Penisola de la Hague

3Cap de la Hague, 50440, Francia

Per un attimo vi sembrerà di essere magicamente sbarcati in Irlanda: il paesaggio selvaggio, spazzato dai venti, pascoli con muretti a secco, scogliere vertiginose e insenature dalle acque cristalline saranno una vera scoperta per i pochi turisti che decideranno di arrivare fin qui.

Questa penisola infatti è completamente fuori dai circuiti turistici, fattore che ha mantenuto intatta e incontaminata questa zona magnifica: qui avrete a disposizione solo paesaggi spettacolari e minuscoli villggi con i loro giardini deliziosi e una serenità che incanta.

Spingetevi fino al Nez de Jobourg dove vi troverete a osservare una vista portentosa dall’alto di ben 128 metri, la scogliera più alta d’Europa: intorno a voi solo un mare fragoroso, il rumore del vento, un cielo terso, i verdi prati e davanti a voi il profilo delle Isole del Canale, che si possono scorgere nelle giornate terse.

Girovagando vi imbatterete in Auderville, una manciata di case posizionate per resistere al vento oppure in Goury, un villaggio arroccato sopra un porto naturale: qui lasciate la macchina e imboccate un sentiero immerso nel verde dei prati che vi porterà alla piccola baia. Vi sembrerà di essere arrivati ai confini del mondo e in un’altra epoca: vedrete infatti un ricovero per le imbarcazioni di soccorso alle barche in difficoltà durante le burrasche con scivolo per arrivare velocemente al mare.

Da Goury parte un circuito panoramico a piedi che scende fino al borgo di La Roche.

Coutances

Normalmente coloro che scendono lungo la micro regione del Cotentin tendono a saltare l’interessante cittadina medievale di Coutances, di origine celtica e dominata da tre chiese e una meravigliosa cattedrale che riluccica sotto il sole. La cattedrale Notre-Dame è infatti in assoluto una delle più belle di Francia amata e lodata anche da Victor Hugo: questa meraviglia dell’architettura gotica è stata miracolosamente risparmiata dai bombardamenti della seconda guerra mondiale. Il senso di verticalità con la sua torre lanterna e i suoi archi e vetrate la rendono unica in tutta la nazione.

Per una sosta rigenerante potete visitare i Jardins des Plantes, un’opera eccentrica che ha realizzato questo giardino botanico unendo le simmetriche linee del giardino alla francese con le terrazze ariose di quello all’italiana e i boschi dello stile inglese oltre a specie particolari come sequoie, cedri libanesi, pini himalayani e noccioli canadesi.

A maggio qui si tiene il festival Jazz Sous les Pommiers mentre a pochi km, precisamente a Lessay, ogni anno si celebra la tradizione della Foire de Sainte-Croix, una imponente fiera del bestiame di origine medievale dalla tipica atmosfera rurale.

Valognes

Valognes è anche chiamata la Versailles della Normandia, grazie alle tante residenze d’epoca, castelli e sontuosi manieri che le famiglie aristocratiche costruirono nella sua campagna lussureggiante. Girando per la città vi imbatterete ad esempio nell’Hotel de Beaumont, una ricca residenza privata con un bel giardino intorno.

Interamente edificata in granito dalla sfumatura beige e grigia, Valognes in apparenza sembra spoglia e troppo omogenea, ma solo un osservatore attento potrà notare le elaborate decorazioni che abbelliscono le facciate dei palazzi.

Gli amanti del sidro e del Calvados potranno visitare il Musée Régional du Cidre che illustra tutta la lavorazione di questa bevanda tipica normanna oppure il Musée de l’Eau-de-Vie et des Vieux Métier con barili, alambicchi e botti utilizzati per la distillazione.

Barneville-Carteret

Come Deauville e Trouville anche in questo caso ci sono due località balneari gemelle divise solo da un fiume: se Carteret è piccola e alla moda con tanti ristorantini di mare, Barneville ha una meravigliosa spiaggia color cipria, circondata da dune selvagge e incontaminate.

Qui, meglio che in altre località, potrete assistere al fenomeno della marea che assume un carattere particolarmente intenso.

Vi consigliamo una passeggiata sulla meravigliosa spiaggia di Barneville magari a piedi scalzi!

Villedieu-les-Poêles-Rouffigny

La cittadina di Villedieu-les-Poeles è chiamata la città delle pentole, per le sue origini nell’industria del rame in epoca medievale è una cité du caractére.

Oltre alla tipica atmosfera dei villaggi di una volta, qui potrete visitare l’Atelier du Cuivre, uno dei laboratori più antichi della città.

Tatihou

8Tatihou, 50550 Saint-Vaast-la-Hougue, Francia

Dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco l’isola fortificata di Ile Tatihou offre ai suoi visitatori un ristorante, un museo marittimo, giardini, il forte e una riserva ornitologica.

Qui potrete fare passeggiatebirdwatching e magari salire sopra il forte da cui si gode di una bellissima vista.

Barfleur

Barfleur è una rilassata cittadina composta da un pugno di casette in granito che sembra sempre sul punto di essere inghiottita dalle onde del mare.

Non ci sono luoghi particolari da visitare oltre alla chiesa di Saint-Nicholas ma merita una piccola sosta per il fascino marinaro, l’atmosfera da vecchio porto di mare e il ruolo che ha avuto nell’affondamento della Blanche Nef che ha posto fine alla discendenza di Guglielmo il Conquistatore.

Mappa

Nella mappa seguente potete vedere la posizione dei principali luoghi di interesse citati in questo articolo

Approfondimenti

Le Mont Saint Michel

Le Mont Saint Michel

L'abbazia di Mont Saint Michel è l'emblema della Francia del nord: con il suo profilo inconfondibile, si staglia incantevole sulla baia percorsa dalle maree più imponenti d'Europa.
Leggi tutto
Cherbourg

Cherbourg

Situato sul Canale della Manica, Cherbourg vanta uno dei più grandi porti commerciali del mondo e affascina per il suo passato legato alla grande epopea transatlantica.
Granville

Granville

Questa cittadina normanna dalla vocazione marinara e dal passato piratesco, si affaccia sulla baia di Mont-Saint-Michel con la sua città alta a picco sul mare.