Corsica

Riserva Naturale di Scandola

La Riserva Naturale di Scandola è una spettacolare oasi marina protetta, accessibile solo dal mare, con un complesso sistema di grotte e faglie rossastre.
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze

Dichiarata Patrimonio Unesco nel 1975, la Riserva Naturale di Scandola custodisce un ricco patrimonio di flora e di fauna: occupa un’area di oltre 1.650 ettari di cui fa parte il lungomare del Parco Naturale Regionale della Corsica.

Al suo interno si trova un complesso sistema di grotte e faglie rossastre, nate dall’origine vulcanica della zona. La riserva ha una singolare particolarità: è accessibile solo via mare, essendo la sua unica parte terrestre costituita da una penisola a nord del Golfo di Porto. Potrete ammirare colonie di foche monache, falchi pescatori, cormorani, berte, alghe, coralli e pesci.

Quando andare alla riserva di Scandola

La Corsica, e in particolare il sud dell’isola, gode di un soleggiato clima mediterraneo, mite in inverno e caldo in estate.

Sebbene la stagione estiva sia la preferita dai turisti, a causa del suo affollamento e dei prezzi alle stelle, è anche la meno indicata per visitare la riserva: avrete difficoltà a trovare posto nei tour organizzati, le barche sono affollate e i prezzi alle stelle.

Per beneficiare delle condizioni migliori, vi consigliamo di optare per un soggiorno ad aprile-maggio, o all’inizio dell’autunno: troverete ancora temperature molto miti e il numero delle persone presenti si dimezza. Inoltre risparmierete su tutte le voci di costo della vostra vacanza.

Cosa vedere alla riserva di Scandola

La Riserva Naturale di Scandola è famosa in tutto il Mediterraneo, per la sua notevole biodiversità su scala europea. Si trovano alcune specie particolari che vengono costantemente monitorate dai biologi e si continuano a scoprire meraviglie naturali sconosciute.

Scandola è infatti la parte emersa di un importante complesso vulcanico di quasi 700 km². La riserva non è altro che un antico cratere crollato in mare e potrete ammirare formazioni geologiche tipiche dei sistemi vulcanici.

Gli appassionati di ornitologia non perderanno l’occasione di ammirare dal vivo il falco pescatore, l’iconico uccello di Scandola, o il maestoso falco pellegrino, l’animale più veloce del mondo.

Purtroppo è severamente vietato immergersi nelle acque di Scandola, in quanto si tratta di un’area naturale protetta: si rischia una multa decisamente molto salata. Ma nulla vieta di tuffarsi lungo i confini della riserva: infatti i suoi dintorni sono considerati tra i più bei punti di immersione dell’isola. I fondali sono spettacolari e popolati da cernie, murene e banchi di gamberi. Inoltre il relitto di una vecchia nave portarinfuse è sommerso a una profondità di 20 metri.

Come visitare la riserva

Per preservare l’ambiente naturale da possibili modificazioni, l’accesso alla riserva è strettamente regolamentato: non esistono biglietti dal momento che l’ingresso è vietato. Si può solo transitare via mare.

In barca

L’unico modo per visitarla è quello di intraprendere una gita in barca organizzata dalle varie compagnie convenzionate. Durante l’escursione potrete ammirare magnifiche vedute sulla costa frastagliata e, se siete fortunati, avvistare anche i delfini che spesso rincorrono le imbarcazioni.

Diversi operatori si occupano della traversata: in estate c’è solo l’imbarazzo della scelta. Il nostro consiglio è quello di confrontare le offerte e informarsi presso gli uffici turistici locali. In generale, per avere un’idea, le tariffe medie si aggirano intorno ai 60 € per un adulto e 30 € per ragazzi sotto i quattordici anni. Le barche utilizzate sono abbastanza comode e veloci e una tipica crociera dura circa 3 ore. Le escursioni sono giornaliere e partono dalla marina di Porto, nel nord-ovest dell’isola, oppure da Calvi o da Ajaccio. Di solito il programma prevede una sosta di 1 ora per il pranzo presso l’antico villaggio di pescatori di Girolata, pausa che vi darà il tempo di passeggiare tra i pittoreschi vicoli e godervi il panorama.

Per risparmiare potrete optare per le barche Zodic, semirigide, meno costose e decisamente indicate agli spiriti avventurosi. Infatti questa tipologia di imbarcazioni comporta scossoni e impatti sull’acqua, sconsigliati a chi soffre di problemi alla schiena, a famiglie con bambini piccoli e assolutamente vietati alle donne in gravidanza.

Un’alternativa interessante è quella di partecipare a una crociera più lunga e che copre un’area più vasta. Esistono infatti escursioni in partenza da Porto, della durata di 4-5 ore, che vi permettono di ammirare non solo Scandola e Girolata, ma anche le famose insenature di Piana.

A piedi

È severamente vietato attraversare a piedi la riserva di Scandola. Se non si può percorrerla, esiste in ogni caso la possibilità di avvicinarsi tramite 2 bellissime passeggiate, che permettono comunque di intravederla senza violare le regole di tutela della riserva.

Il primo è un sentiero che scende a Girolata: si chiama il Sentiero del Postino, che deve il suo nome a un personaggio locale, Guy Ceccaldi , il vecchio postino che un tempo utilizzava quotidianamente questo sentiero per consegnare la posta agli abitanti più isolati. La mulattiera parte dal Col de la Croix , sulla strada D81 (15 km a nord di Porto) e arriva a Girolata in 7 km , ovvero circa 1 ora e 45 a piedi. La passeggiata offre splendide viste sul mare e sul villaggio. Vi consigliamo una sosta rigenerante per il bagno alla spiaggia di Tuara, solitaria e selvaggia.

Invece il sentiero Mare e Monti collega Galeria e Girolata. E’ un’escursione della durata di oltre 6 ore, indicata esclusivamente a camminatori esperti. Una volta giunti a destinazione, potete valutare la possibilità di trascorrere 1 notte a Girolata, oppure prendere un taxi marino per tornare a Galéria, approfittando del tragitto per ammirare la riserva.

Dove si trova

La riserva naturale di Scandola si trova all'interno del parco naturale regionale della Corsica e comprende un'area di quasi 20 chilometri quadrati, divisa fra parte marina e porzione sulla terraferma.

Alloggi Riserva Naturale di Scandola
Cerchi un alloggio in zona Riserva Naturale di Scandola?
Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Riserva Naturale di Scandola
Mostrami i prezzi

Località nei dintorni